3rd Year: Blumer
Week 1: DNA of Architecture
23. September 2015
0

architettura viva

DOCENTE
Riccardo Blumer
PROGRAMMA
Tradizionalmente il corso indaga le relazioni possibili tra l’architettura e le altre discipline della cultura
contemporanea con l’obiettivo di sperimentare e possedere, attraverso
progetti e prototipi, nuove conoscenze oggi particolarmente necessarie per il valore critico del nostro lavoro.
In particolare sono stati affrontati temi d’intelligenza artificiale, robotica, elettronica e meccanica per sviluppare
forme immaginabili di una nuova creatività automatica, ma anche di retorica con l’installazione permanente sul
Paradiso di Dante, nell’Ex Macello di Lugano o di estetica dell’architettura volante con i droni.
Questo semestre il corso, affronta il tema dell’organizzazione architett onica delle strutture biologiche, in due
fasi specifiche e conseguenti tra loro con lo scopo di sperimentare architetture di crescita.
Nella prima saremo principalmente accompagnati da un designer, una biologa e un artista con cui imposteremo la produzione
di forme vegetali quali funghi e muffe secondo i loro tagli di “campo professionale”, dopo un’introduzione sul RNA e DNA del prof. Giorgio Noseda. Successivamente Maurizio Montalti di Amsterdam ci guiderà con un workshop intorno alle tecniche da lui
sviluppate con l’Officina dei Corpuscoli, oggi tra i principali attori del design contemporaneo di ricerca; con
Elisa Borghi biologa dell’Università degli studi di Milano Dip. di Scienze della Salute
Microbiologia, produrremo ed osserveremo le architetture delle muffe; con Annie Ratti (Londra), presidente della fondazione Antonio Ratti di Como, ripercorreremo la sua esperienza artistica attorno all’antica cultura dei funghi. Nello stesso periodo incontreremo il Prof. Antonio Lanzavecchia direttore dell’istituto di ricerche biomediche di Bellinzona, il Prof. Alex Costa dell’Università agli studi di Milano dipartimento di Bioscienze e Fisiologia vegetale con l’Ingegnere delle scienze Andrea Bassi professore associato presso il Dipartimento di Fisica del Politecnico di Milano specialista di Microscopia ottica tridimensionale di organismi. La seconda fase convoglierà l’osservazione e l’esperienza nella realizzazione di modelli biologici di architettura per l’uomo, secondo gli interessi e le direzioni che gli studenti vorranno sperimentare.
L’atelier si è specificatamente attrezzato per questo lavoro di microscopi ottici. Si continuerà a lavorare anche con le stampanti 3D.

About author

admin

Related items

/ You may check this items as well

Riccardo Blumer

Atelier Blumer: 3rd Year Atelier

architettura viva DOCENTE Riccardo Blumer PROGRAMM...

Read more

There are 0 comments